Palazzo Rasponi 2 e l'Università di Bologna aprono le porte al primo concorso fotografico Camera Work dal titolo "Frontiere. Linee tratteggiate di transito" (scarica il concept: in italiano e in inglese).

L'obiettivo è quello di stimolare una riflessione sul tema della frontiera come luogo fisico, immaginario o psicologico, in un periodo che ha visto il continuo attraversamento di frontiere di ogni genere.

"Ci sono linee mobili che mutano, limiti estremi oltre i quali spingersi, avventurarsi, cercare la strada, confini che si dissolvono davanti all'incedere curioso, verso lo spazio ignoto che custodiscono.

Sono le frontiere, linee tratteggiate di transito." 

La giuria del concorso sarà composta da:

  • Gian Luca Tusini: Docente di Storia dell'Arte Contemporanea. Università di Bologna. Scuola di Lettere e Beni Culturali

  • Mario Beltrambini: Vicepresidente dell'Associazione Savignano Immagini

  • Paola Binante: Docente di fotografia presso l'Accademia di Belle Arti  di Bologna e ISIA di Urbino

  • Giampiero Corelli: Fotoreporter 

  • Davide Caroli: Comune di Ravenna

 

VINCITORI DEL CONCORSO


1° classificato: "Comfortably boring little world" di Luana Rigolli (in esposizione dal 5 al 28 maggio)
2° classificato: "Through the refugee's eyes" di Abdulazez Dukhan, (in esposizione dal 7 al 30 aprile)
3° classificato: "Simple world" di Marcin Ryczek (in esposizione dal 12 febbraio al 5 marzo)

 
 

Contestualmente alla rassegna fotografica Camera Work, un’iniziativa promossa dal Comune di Ravenna, Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con l’Università di Bologna (Campus di Ravenna), sono in programma quattro workshop d'autore, strettamente collegati al tema delle “Frontiere. Linee tratteggiate di transito”.

Il primo appuntamento, previsto per le giornate di sabato 18 e domenica 19 febbraio 2017, è con Salvatore Esposito, fotografo documentarista napoletano attualmente rappresentato dall'Agenzia Contrasto di Roma che nei suoi reportage approfondisce temi come l'immigrazione, la prostituzione e la criminalità organizzata, vivendo a stretto contatto con i soggetti da lui fotografati. L'incontro, il cui tema sarà la fotografia di strada come “cronaca di periferia”, avrà luogo nella mattinata di sabato nei locali del PR2 in via D'Azeglio, 2 a Ravenna e proseguirà poi con una ricognizione fotografica di gruppo in zona Darsena, via Tommaso Gulli e ai Giardini Speyer. Nella mattinata di domenica ci si concentrerà invece sulla valutazione e la discussione del lavoro svolto dai partecipanti.
Il workshop è interamente gratuito ed è riservato ad un massimo di venti giovani di età non superiore ai trent'anni, previa iscrizione obbligatoria.
I successivi incontri si terranno tra i mesi di marzo e maggio 2017 e vedranno protagonisti: Marina Guerra, Monika Bulaj e Giampiero Corelli.