Venerdì 7 Aprile alle ore 18.00 inaugura "Through refugee's eyes", di Abdulazez Dukhan, secondo classificato al concorso fotografico PR2 Camera Work, indetto dal Comune di Ravenna, Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con l'Università di Bologna (Campus di Ravenna).

La mostra, allestita presso la sala espositiva di Palazzo Rasponi 2, in via Massimo D'Azeglio 2, sarà visitabile fino a Domenica 30 Aprile, dal martedì al venerdì, dalle 15.00 alle 19.00, il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e il pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00.
il giovane Abdulazez Dukhan è nato nella città di Homs, in Siria, dove ha vissuto con la sua famiglia fino agli inizi del 2016. Con l'aggravarsi della guerra, è stato costretto a fuggire dalla città natale, rifugiandosi in Grecia, dieci giorni prima che il confine venisse chiuso definitivamente.

Da quel momento è diventato ufficialmente un rifugiato, rinchiuso tra le invisibili mura di un campo profughi. Colto da un forte senso di riconoscenza nei confronti della vita e contemporaneamente da un profondo sconforto, si è fatto largo in lui il desiderio di raccontare al mondo quello che la sua e molte altre famiglie di siriani stavano vivendo. Ha iniziato quindi a studiare fotografia da autodidatta, prendendo in prestito libri, macchine fotografiche e computer.

"Through Refugees’s Eyes" rappresenta dunque in maniera nitida e priva di filtri, il mondo visto attraverso gli occhi – e l'obiettivo fotografico – di chi la guerra e la condizione di rifugiato l'ha vissuta e la sta ancora vivendo in prima persona, in attesa di poter finalmente ricostruire la propria vita altrove, fuori da ogni tipo di barriera o confine.